Home > NSdV 2004-2007 > Report on Research > MAG2 FINANCE e CAES - La finanza e la gestione solidale del territorio

MAG2 FINANCE e CAES - La finanza e la gestione solidale del territorio

È ormai opinione condivisa che senza una finanza solidale non si possa sviluppare un’economia sociale e solidale. Obiettivo di questa parte della ricerca è quindi l’identificazione e la descrizione di quei meccanismi finanziari alternativi che agiscono nel locale e che sono finalizzati allo sviluppo delle imprese solidali lombarde.
In questo senso descrivere MAG2 Finance e un modo di fare finanza alternativa, critica e solidale, che in trent’anni ha dato credito a settori a cui oggi fanno riferimento le realtà dell’economia sociale e solidale, è come descrivere la città “invisibile” di Zaira. Tante e complesse sono le relazioni umane e finanziarie che si intrecciano con la storia di MAG2; tanti i cambiamenti politici e operativi che accompagnano la vita di una cooperativa che ha raccolto e impiegato il denaro di un migliaio di cittadini consapevoli. Il tasso di interesse, la governance della cooperativa, le istruttorie etiche e tecniche e tutti gli altri elementi finanziari che verranno descritti in questo lavoro devono anzitutto tener conto di essere il risultato di incontri e aggiustamenti, crisi e fallimenti, perdite e utili di una finanza che non è da considerarsi un fenomeno emergente e tantomeno immutabile.
In questa ricerca, partendo da alcuni casi studio, si cercherà di approfondire il ruolo della finanza etica nel sostenere le realtà di un Distretto di Economia Solidale (DES), il legame e le possibili sinergie tra finanza e creazione di attività solidali, la relazione tra finanza e servizi alle imprese solidali e, infine, le procedure di valutazione del credito all’interno dell’esperienza della finanza alternativa

Antonio Ligabue, 'Ritorno dai campi', Italy XX century.